Il tifo calcistico è aggressivo o no? - tema svolto di Alessio Volorio

Traccia di un tema argomentativo
Assistere a una partita di calcio è un momento di svago o un’occasione per scatenare la propria aggressività?

Svolgimento
Al telegiornale, si sentono spesso notizie molto tragiche che colpiscono il mondo dello sport e in particolare il calcio,  riguardanti risse avvenute fuori dagli stadi ad opera di  gruppi di tifoserie diverse. Questi scontri, la maggior parte delle volte, causano morti o feriti gravi  facendo crescere la tensione e generando odio e rancore.  Per molte persone, assistere a una partita di calcio è un’occasione per scatenare la propria aggressività rovinando il clima di serenità e gioia. Certe volte questi atteggiamenti fanno anche perdere delle partite a tavolino, come lo scontro tra Italia e Serbia del 2010, in cui gli Ultras serbi iniziarono a diventare molto violenti lanciando anche dei lacrimogeni in campo, facendo scappare tutti i giocatori dentro gli spogliatoi e la maggior parte dei tifosi.
Episodi di questo genere, non dovrebbero accadere mai e poi mai perché assistere a una partita di calcio è un momento di svago e non un’occasione per scatenare la propria aggressività.
Sono andato allo stadio per vedere delle partite di calcio che non erano, per dire, delle “partite importanti”, come ad esempio un derby o una finale di Champions League, e per fortuna non ci sono stati episodi pericolosi. Tutto si è svolto in un clima pacifico ed era emozionante incitare la propria squadra, cantare inni ed esultare ad ogni azione saliente, è proprio per questo motivo che non riesco a comprendere  che bisogno ci sia  a tramutare un momento di gioia in scontri violenti solo perché si tifano squadre avversarie. La cosa che mi fa di più irritare sono i cori contro le squadre e quelli razzisti contro le persone che hanno etnie e provenienze diverse.
Secondo me, gli episodi di violenza e i cori razzisti che si manifestano durante le partite, dagli spalti, sono solo dei gesti disumani, perché il calcio non deve essere aggressivo e violento, anzi deve essere uno sport in cui ci si deve divertire e appassionare, gioire, piangere, urlare di felicità.
In conclusione, assistere a una partita di calcio deve essere un momento di svago, perché ricordiamoci che negli stadi ci sono anche delle famiglie con bambini e non solo gli Ultras. Cerchiamo di non prendere esempio da questi “animali” e cerchiamo di essere più civili rispettando le squadre e i calciatori ma soprattutto le tifoserie di altre squadre.

Commenti

Post popolari in questo blog

Ulisse modello dell’uomo greco, curioso,astuto e ospitale - tema svolto di Valeria Orlando

Tema svolto sugli immigrati - di Lara Facco