Post

Visualizzazione dei post da 2016

Un anno sull'altipiano di Emilio Lussu - Lettura domestica n. 4 a.s. 2016-17

Immagine
Il prossimo compito di italiano sarà lunedì 6 febbraio sul  quarto libro da leggere: Un anno sull'altipiano di Emilio Lussu. Qui sotto i video del professore su you tube per prepararsi:


La sceneggiatura del seguente film è tratta da Un anno sull'altipiano di Emilio Lussu

1984 di George Orwell - Lettura domestica n. 3 a.s. 2016-17

Immagine
Forza ragazzi: è il momento di leggere un testo interessantissimo. Si tratta del libro con il quale l'autore ha inventato ... "il grande fratello". Beh, certamente George Orwell quando ha coniato questa espressione aveva in mente la denuncia dei totalitarismi e della onnipresenza dello stato che osserva e controlla tutto ciò che facciamo potesse. Chi l'avrebbe mai detto che lui avrebbe ispirato, indirettamente, un reality?

Su questo libro faremo un compito il 10 dicembre.

Comunque, in classe abbiamo fatto una lezione su questo romanzo. La puoi rivedere qui sotto:


poi ho realizzato un video che conviene vedere solo dopo aver letto il finale del libro


Come abbiamo detto in classe, sono stati fatti due film ispirati da questo romanzo. Il primo, quello del 1954, è visibile qui sotto:


Allora, buona lettura !







L'obbedienza non è più una virtù di Lorenzo Milani LETTURA n. 2

Immagine
Ragazzi! Ricordate il compito di italiano sul secondo libro da leggere per il giorno lunedì 7 novembre. Qui sotto la lezione svolta nella nostra classe sul libro:


Qui sotto le altre lezioni del prof. su don Lorenzo Milani
Lorenzo Milani Audio AUDIO Don Milani del prof. Gaudio, in mp3 AUDIO Lettera a una professoressa di Don Lorenzo Milani 3G lezione scolastica di Luigi Gaudio in mp3, disponibile anche il formato audiowma AUDIO Presentazione di "Lettera a una professoressa" di Don Lorenzo Milani 3G lezione scolastica di Luigi Gaudio in mp3, disponibile anche il formato audio wma VideoVIDEO L'obbedienza non è più una virtù di Lorenzo Milani 4G videolezione scolastica di Luigi Gaudio su youtube VIDEO Riappropriamoci di Don Milani, disponibile anche il file audio in mp3 VIDEO Cosa può insegnarci Lettera a una professoressa di don Lorenzo Milanivideo su youtube

La ragazza con l’orecchino di perla di Tracy Chevalier LETTURA N.1

Immagine
Ragazzi! Ricordate il compito di italiano sul primo libro da leggere per il giorno lunedì 10 ottobre. Qui sotto il mio contributo:





La ragazza con l’orecchino di perla di Tracy Chevalier Prof. Luigi GaudioDa un’opera d’arte all’altra Certi quadri ci commuovono, e di fronte ad essi un altro pittore
può decidere di farne una copia, o può esserne ispirato, interpretandola a suo
modo, registi possono costruire un film intero su uno di essi (come “I colori
della passione”) o scrittori possono creare romanzi ispirati ad essi, come Tracy
Chevalier, che ha preso ispirazione dal quadro “La ragazza con l’orecchino di
perla” di Vermeer. Protestanti e cattolici La protagonista vive a Delft, una cittadina olandese, in cui
nove quartieri su dieci sono occupati da protestanti, e uno solo da cattolici
(detti “papisti” dai protestanti). Questo è il motivo per cui lei, protestante,
non è mai passata davanti alla casa dei suoi nuovi padroni, cattolici, (quella
del pittore Vermeer) anche se dista…

"L'altra madre" di Andrej Longo - di Emiliano Ferrari

Immagine
L'altra madre scritto da Andrej Longo è un racconto ambientato ai giorni nostri nella periferia di Napoli. È in questa zona che nasce e cresce Genny, un giovane ragazzo con una grande passione per i motorini e una grande abilità nel guidarli, e proprio per questo, verrà coinvolto in uno scippo finito male in cui il suo compito consisterà nel portare il mezzo al meglio, mentre il suo socio "O' Nigeriano" strappa la borsa a una ragazzetta dei quartieri alti,   fuori di un negozio di alta moda. La ragazza, che si scoprirà poi essere figlia di una poliziotta, fa resistenza e per questo viene trascinata a terra e nella caduta perde la vita. La fuga procede secondo i piani, ma la morte della figlia di una sbirra non può passare inosservata, infatti nei giorni seguenti il corpo di polizia napoletano compie diverse incursioni all'interno dei casermoni in cui Genny vive. Le indagini proseguono senza molto successo, ma la presenza delle forze dell'ordine all'inter…

“Una storia semplice” di Leonardo Sciascia - di Enrico Campiti

Immagine
Commento del Libro “Una storia semplice”
Una storia semplice in realtà è una storia complicatissima, un giallo siciliano, con sfondo di mafia e droga. Questo libro mi è piaciuto perché informa dei problemi legati alla criminalità che ci sono in Sicilia. Il libro col suo titolo vuole far capire come noi vogliamo arrivare sempre ad una soluzione semplice anche se non controllando bene, per esempio nel libro il questore senza esaminare tutte le prove è deciso sul fatto che si tratta di un suicidio quando invece non lo era.
Enrico Campiti

L’amico ritrovato di Fred Uhlman - di Francesco Ponti

Immagine
Titolo: L’amico ritrovato
Autore: Fred Uhlman
Casa editrice: Feltrinelli
Anno di pubblicazione: 1971
Recensione:
L’amico ritrovato è un libro che nasce come un’autobiografia “nascosta” in quanto, Fred Uhlman tende a raccontare attraverso la storia di Hans la sua storia.
 Il libro è ambientato a Stoccarda, nella Germania nazista degli anni ’30 e tratta un tema molto importante, quale può essere l’amicizia fra un ragazzo ebreo (Hans) e il figlio di una famiglia nobile tedesca (Konradin).
I due ragazzi all’inizio sembrano di  fatto non avere molte cose in comune, in quanto Konradin  almeno in apparenza era molto diverso da Hans..,  ma alla fine la grande passione per le monete greche e la voglia di vera amicizia che entrambi desideravano, li unirà in un’ amicizia più unica che rara iniziata il 15 marzo..
Questa amicizia apparentemente inscindibile, verrà duramente messa alla prova dal diffondersi  del nazismo al quale lo stesso Konradin aderirà.
Si tratta di uno di quei libri che bisogna leg…

"Il romanzo perduto di Dante" di Francesco Fioretti - di Alessandro Aceti

Immagine
Siamo nel XIV secolo in Italia dov'è ambientato praticamente tutto il racconto ed inizia con la morte di Dante, un fatto un po bizzarro presente in un libro nel quale è il "personaggio" attorno al quale si sviluppa il testo.
Sono rimasto stupito dall' inizio in modo positivo perchè mi ha invogliato ad andare subito avanti a leggerlo con interesse e mi ha sorpreso poichè pensavo si trattasse di un libro abbastanza pesante sul poeta.
Questo libro mi ha fatto sorgere subito dei dubbi riguardo alla scelta di scrivere un giallo ambientato nella seconda metà del XIV secolo e, soprattutto, su Dante Alighieri. Col passare delle pagine incece mi sono ricreduto, da quanto la trama ha iniziato a farsi intrigante e mi sono abituato a tutto il contesto.
Penso sia un bel libro per iniziare a parlar di Dante poichè non è di certo un personaggio semplice da trattare e capire un po chi è stato e il contesto in cui viveva è importante.
Personalmente ho conosciuto meglio il poeta poic…

I delitti della medusa di Giulio Leoni - di Roberto Marchello

Immagine
Il libro " I delitti della medusa "  scritto da Giulio Leoni narra delle investigazioni di Dante Aligheri nei panni di priore della città di Firenze.
L'autore ha voluto rappresentare Dante un po' di verso, infatti ha comportamenti e atteggiamenti insoliti per un poeta.
Spesso ha scatti di rabbia improvvisi e di suberbia o a volte da l'impressione di essere permaloso.
I fatti si svolgono nella Firenze del 1300. In una notte di luglio viene brutalmente assassinata Vana del Moggio, cantante molto bella e amica di Dante.
Poco prima della morte della donna si trovava ospite, insime al compagno cantautore Casella, in un convito organizzato dal gruppo di poeti chiamato " dei  fedeli " di cui anche Dante faceva parte un tempo.
I sospetti caddero su Casella poichè fu l'ultimo a vedere viva Vana del Moggio.Poi però fu ucciso anche lui perciò Dante dovette rimboccarsi le maniche per scoprire il vero colpevole.
Il piore di Firenze, oramai distaccato da quel gr…

“Le paludi di Hesperia” di Valerio Massimo Manfredi - di Stefano Parracino

Immagine
“Le paludi di Hesperia” scritto da Valerio Massimo Manfredi, scrittore  che io apprezzo molto, poiché scrive libri storici molto coinvolgenti e interessanti, è un libro che parla del disastroso ritorno degli eroi achei da Troia, dopo una estenuante guerra durata 10 anni.  Scrive in particolare della storia di Diomede, eroe acheo distinto per coraggio e abilità nel combattere che una volta tornato in patria di nascosto scopre che la sua amata aveva organizzato un complotto per uccidere lui e i suoi uomini, lui non volendo scatenare una guerra interna fra compaesani, decide di partire insieme ai suoi uomini più fedeli per trovare una nuova terra. In questo viaggio diretto nelle terre di Hesperia, per l’appunto, lui e i suoi uomini incontreranno molti ostacoli che tempreranno l’eroe acheo.  Alternate alla narrazione della storia di Diomede ci saranno i racconti sulla sorte dei restanti eroi achei che , avendo meno fortuna,  moriranno tutti, tranne Ulisse,  per via di un complotto organi…

“Biondo era e bello” di Mario Tobino - di Irene Bortoluzzi

Immagine
Tema sul libro “Biondo era e bello” di Mario Tobino
Mario Tobino racconta in questo libro la vita di Dante Alighieri, in una Firenze in continua lotta per il potere.
Dante nasce nel 1265, cresce privo di affetti ad eccezione della sorella maggiore e da adolescente inizia ad avere i suoi primi amori e si appassiona alla scrittura. Scrive a Guido Cavalcanti, di cui è un grande ammiratore e ben presto ne diventerà fedele amico.
Pubblica la “Vita Nova”, di prose e poesie e si fa subito riconoscere, in più frequenta assiduamente i suoi amici, che lo apprezzano per la sua capacità nel conversare.
Entra in politica, lotta per la giustizia ed è padrone di grandi comizi. Infatti, scriveva e parlava in volgare, lingua che lo affascinava tantissimo, la lingua del popolo, con la quale avrebbe potuto esprimere ogni suo pensiero. Si sposa poi con Gemma Donati per volere dei genitori e la famiglia pian piano si allarga. Perde il suo amico Cavalcanti, esiliato, morto a causa della malattia.
Da qui in…

L'ombra del vento di Carlos Ruiz Záfon - di Federico Dellabianca

Immagine
Quest'estate ho scelto di leggere L'ombra del vento di Carlos Ruiz Záfon, autore che ho già avuto modo di conoscere in passato.
Era il 1945 ed era appena iniziata l'estate quando un giorno come tutti gli altri il padre di Daniel lo porta in un luogo a dir poco surreale ai suoi di giovane adolescente. Il cimitero dei libri dimenticati. Non era altro che un'immensa libreria piena di scaffali dei quali non riusciva a vedere la fine, alti fino quasi al soffitto e ricoperti di libri. Lì Daniel trova un libro che cambia il corso della sua vita dandogli modo di scoprire sconcertanti verità nascoste riguardo all'autore del romanzo. Legge 'La sombra del viento' in una notte e negli anni successivi viene trascinato in un labirinto di intrighi e segreti ormai nascosti dalla nebbia che copriva costantemente le strade di Barcellona.
Ormai sono passati diversi anni. È quasi maggiorenne e mentre la sua ossessione verso Julian Carax, l'autore di quel libro maledetto, …

“Storia di una ladra di libri” dI Markus Zusak - di Aleksandro Aliaj

Immagine
Le mie riflessioni sul romanzo “Storia di una ladra di libri” dI Markus Zusak
Durante il 1939 in Germania il Nazismo sta facendo molte vittime e la protagonista Liesel Meminger è una bambina che riesce a vedere la realtà attraverso i suoi libri. Il giorno del funerale del suo fratellino, Liesel raccoglie un libro nascosto nella neve, lo ruba e lo porta con sé. Così ruba il suo primo libro che diventerà un amico prezioso nei momenti difficili che affronterà per colpa della guerra e Liesel, da lì in poi, diventerà una piccola ladra di libri che userà come un talismano contro l’orrore che la circonda. Sarà il suo padre adottivo a insegnarle a leggere e ben presto da sola diventa più temeraria sottraendo i libri ai roghi nazisti e rubando dalla biblioteca immensa della moglie del sindaco, intervenendo così tutte le volte che c’era un libro da salvare. Proprio così, il suo intento non è rubare, ma salvare quelle opere preziose di cui qualcuno vuole disfarsene, e con le parole dei libri vuo…

Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen - di Naime Murati

Immagine
Tra i libri che ho letto quest’estate quello che più mi è piaciuto è uno dei più famosi romanzi scritti dall’autrice inglese Jane Austen: Orgoglio e Pregiudizio.
La Austen, vissuta tra il 1775 e il 1817, in questo romanzo narra della famiglia Bennet, composta solo da figlie femmine, e di Charles Bingley, un giovane e ricco scapolo, che insieme alle sue due sorelle e l’altezzoso signor Darcy, va ad abitare a Netherfield vicino alla dimora dei Bennet.
Il signor Bingley e Jane, la primogenita, si invaghiscono l’uno dell’altra. Darcy nonostante si sentisse attratto da Elizabeth, la seconda delle Bennet, la offende con il suo fare arrogante.
Mr Darcy e le sorelle di Bingley, non comprendendo l’interesse che Jane prova nei confronti del loro fratello e pensando che sia interessata solo alle sue ricchezze, convincono Charles a restare a Londra dopo il suo viaggio di affari e lo raggiungono lì.
Elizabeth mentre è ospite nella tenuta di Collins, suo cugino, incontra Fitzwilliam Darcy che scop…

The giver di Lois Lowry - di Virginia Barsanti

Immagine
Dei libri che ho letto durante queste vacanze estive uno in particolare mi ha molto affascinato.
Questo romanzo di fantascienza distopica si intitola “The Giver – Il donatore” di Lois Lowry, nata alle Hawaii nel 1937.
Spesso mi chiedo come sarebbe vivere in un mondo perfetto; dove la sofferenza il dolore la perdita non esisterebbero, ma ciò significherebbe rinunciare a tutte le altre emozioni. Dunque mi domando se fossi disposta a rinunciare ad amare, a essere libera di scegliere quale strada intraprendere da grande…
Sono riuscita a comprendere come si vivrebbe in un mondo così grazie a questo libro che mi ha messo di fronte alla storia di Jonas, un ragazzo di 12 anni che vive in una società in cui sono state eliminate le emozioni negative, gli impulsi sessuali, la guerra e anche il naturale arbitrio umano che porterebbe altrimenti a scelte sbagliate.
Una società in cui il potere decisionale di ogni persona è affidato agli anziani della comunità.
Non esistono famiglie ma unità famigl…

"Io prima di te" di Jojo Moyes - di Bianca Costadone

Immagine
"Io prima di te" di Jojo Moyes parla della storia d'amore tra Will e Louisa
Un giorno Louisa perde il lavoro da cameriera in un bar e cercando lavoro ovunque per sostenere la sua famiglia, trova questo lavoro da badante per una famiglia molto ricca della sua città.
Scopre di dover fare da badante al figlio della famiglia, un giovane tetraplegico.
All'inizio il loro rapporto sarà molto difficile perchè lui anche se sono passati anni dall'incidente non riesce ad accettarlo ed è diventata una persona completamente diversa da com'era prima.
Ma lei farà di tutto per aiutarlo e renderlo felice, e anche lui si addolcirà e si innamorerà di lei e viceversa.
Ma ad un certo punto lei scopre che Will andrà in Svizzera per mettere fine alla sua vita allora lei organizzerà un viaggio per dichiarargli il suo amore e fargli cambiare idea ma invano lui partirá lo stesso.
Il libro termina con Louisa a Parigi ( la loro cittá preferita) che legge la lettera che Will le ha lasci…

La crociata delle tenebre di Giulio Leoni - di Marco Rossi

Immagine
È il 21 di ottobre del 1301. Dante Alighieri parte alla volta di Roma, per dar voce alla sua città presso la Santa Sede.
L'ambasciatore Dante non si cura del proprio aspetto, non ama i segni esteriori del potere, diffida persino dei suoi compagni di delegazione, Maso Minerbetti e Corazza da Signa.
Solo, schivo, accompagnato soltanto dalle sue preoccupazioni e dalle pagine dell'amato Virgilio, il poeta giunge a Roma sotto un cielo gravido di pioggia, sulle onde di un Tevere in piena. Lo accoglie una città di monumenti in rovina e di splendide dimore, terreni incolti e strade formicolanti di umanità. Una città divisa in quartieri fortificati ove, dalle loro torri erette sui ruderi delle costruzioni imperiali, dominano le famiglie patrizie. Un crogiolo ribollente di tensioni, lotte intestine, complotti. E su tutto l'ombra minacciosa di Castel Sant'Angelo, la fortezza di papa Bonifacio VIII.
Ma un presagio funesto grava sin dall'inizio sulla sua missione: i cadaveri d…

Scrivimi ancora di Cecilia Ahern - di Lara Facco

Immagine
Cecilia Ahern è una stimata scrittrice irlandese, che ultimamente ha riscosso molto successo. Infatti, da due dei sui libri più celebri, uno di essi è proprio quello di cui vi voglio parlare, sono stati tratti due film che hanno riscosso altrettanto successo.
Dunque, Scrivimi ancora è un romanzo rosa pubblicato nel 2006,  che narra dell'amicizia tra i due protagonisti, Rosie e Alex.
I due si conosco per la prima volta tra i banchi di scuola, all'età di cinque anni, per poi diventare inseparabili.
Il libro è tutto basato su uno scambio continuo di bigliettini (soprattutto nella fase iniziale, quando i due sono ancora bambini e frequentano ancora la scuola), chat,email e lettere.
E tra una mail e l'altra i due protagonisti crescono.
Alex, dopo che il padre ha ottenuto una promozione in uno studio legale di Boston, si deve trasferire e lasciare il suo Paese e la sua migliore amica.
Rosie, dopo una serata al ballo scolastico, finito con qualche bicchierino di troppo, finisce …

Biondo era e Bello di Mario Tobino - di Valeria Orlando

Immagine
Dante Alighieri nasce a Firenze nel maggio del 1265. Durante la sua adolescenza stringe amicizia con Guido Cavalcanti, di nobile famiglia. In quel tempo Bologna era centro di tutti gli studi, così Dante decide di trasferirvisi. Dante, ansioso di farsi conoscere, pubblica La Vita Nova, nella quale, alternando poesie e prose, parla di un innamoramento che si conclude con la promessa dell’autore di diventare un grande poeta. In quel periodo Dante stringe sempre più amicizie e si ritrova a frequentare di notte le taverne con i suoi amici. Tra questi vi era anche Forese Donati, uno dei più illustri personaggi di Firenze. Tra loro però scoppia una “zuffa a sonetti” (se ne conteranno 6).
Dante considerava le donne come delle dee, così decide di stilare un sirventese noto poi a tutta Firenze, dove ne elenca 60 delle più belle. Beatrice sarà al nono posto.
Con il passare degli anni, Dante decide di darsi alla vita politica ed entra in Comune. Giano della Bella, uomo ricco, rivoluzionario, rap…

"Nell'inferno dei Narcos" di Miriam Marcazzan e Pino Scaccia - di Mirko Famiglietti

Immagine
Quest'estate ho scelto di leggere diversi libri tra cui "Nell'inferno dei Narcos", scritto da Miriam Marcazzan e Pino Scaccia, un giornalista di Rai Uno.
Miriam, la protagonista, una  mamma di 45 anni, racconta nei minimi dettagli le difficoltà incontrate nella vita a causa di un debito da saldare. Viveva in un quartiere difficile di Verona quando diventò mamma alla giovane età di 20 anni. Ancora conduceva una vita instabile seguendo le orme della droga insieme al suo fidanzato Davide. La ragazza divenne socia del moroso nella sua azienda. La situazione non era rose e fiori e Miriam testimonia nel libro che c'era un grosso debito da pagare e secondo loro l'unica soluzione sarebbe stata quella di fare un viaggio in Colombia per tornare con una notevole quantità di droga per poi ricavarne soldi dallo spaccio. Trovarono diverse persone a cui appoggiarsi e tutto andò per il verso giusto fino a quando vennero fermati all'aeroporto di Bogotà sulla via del rito…

Inferno di Dan Brown - di Veronica Faletto

Immagine
Come in ogni libro dello scrittore americano anche questo romanzo narra delle frastagliate e coinvolgenti avventure del noto professore di simbologia di Harvard Robert Langdon, ma questa volta con come sfondo due delle più belle città italiane e con simboli ed ideologie di uno dei poeti italiani più conosciuti. Ho scelto questo libro come esempio da portare in terza di una, se pur soggettiva e similvera (essendo questo un romanzo e non una biografia o un saggio), infarinatura generale sul tema "Dante Alighieri". Avendo letto recentemente diversi libri di Dan Brown sono rimasta molto colpita dalla sua capacità di inserire tra le righe dello stesso libro una quantità considerevole di supposizioni e intrighi puramente soggettivi e privi di fondamento storico mischiati a cenni storici e culturali, dai quali sono profondamente attratta e che suscitano da sempre in me un grosso interesse, che mi hanno portata a scegliere il suo romanzo che già dal titolo rimanda subito ad una del…

Recensione del libro “Narciso e Boccadoro” di Hermann Hesse - di Chiara Lunghi

Immagine
Introduzione all’ autore:
Hermann Hesse nasce Il 2 Luglio 1877 a Calw nel Württemberg da padre tedesco nato in Estonia e da  madre nata in India (da padre tedesco e madre svizzero-francese). Entrambi i genitori erano missionari in India. Da questo singolare impasto di culture si può forse far rinvenire la successiva attrazione che Hesse svilupperà per la visione del mondo orientale.
Non si può ad ogni modo tralasciare il fatto che la famiglia degli Hesse impartì una severa educazione religiosa al figlio,tale da provocare reazioni negative nel sensibile ragazzo. Hermann fu infatti mandato nel ginnasio di Calw per prepararsi agli studi in seminario, ma capendo che non era quella la sua strada scappò dall'istituto e tentò anche il suicidio.
Questo intrecciarsi di motivi esistenziali diversi getta notevole luce sulla sua attività narrativa. La vita e l'opera di Hermann Hesse, infatti, sono percorse interamente dal contrasto fra tradizione familiare, personalità e coscienza individ…

Lettura domestica n. 6: "La liberazione del gigante" di Louis De Wohl

Immagine
Forza ragazzi: ormai siamo quasi al traguardo annuale. Manca poco e potremo goderci le meritate vacanze. Intanto leggiamo il seguente testo e prepariamoci per la verifica di lunedì 9 maggio:

"La liberazione del gigante" di Louis De Wohl
Qui sotto la mia breve audiolezione in classe (e altro):

AUDIO La liberazione del gigante di Louis De Wohl 2A lezione scolastica di Luigi Gaudio in mp3, disponibile anche il formato audio wma e il canovaccio della lezione
Vi consiglio anche di vedere questo:





Il tifo calcistico è aggressivo o no? - tema svolto di Alessio Volorio

Immagine
Traccia di un tema argomentativo
Assistere a una partita di calcio è un momento di svago o un’occasione per scatenare la propria aggressività?

Svolgimento
Al telegiornale, si sentono spesso notizie molto tragiche che colpiscono il mondo dello sport e in particolare il calcio,  riguardanti risse avvenute fuori dagli stadi ad opera di  gruppi di tifoserie diverse. Questi scontri, la maggior parte delle volte, causano morti o feriti gravi  facendo crescere la tensione e generando odio e rancore.  Per molte persone, assistere a una partita di calcio è un’occasione per scatenare la propria aggressività rovinando il clima di serenità e gioia. Certe volte questi atteggiamenti fanno anche perdere delle partite a tavolino, come lo scontro tra Italia e Serbia del 2010, in cui gli Ultras serbi iniziarono a diventare molto violenti lanciando anche dei lacrimogeni in campo, facendo scappare tutti i giocatori dentro gli spogliatoi e la maggior parte dei tifosi.
Episodi di questo genere, non dovrebber…

Lettura domestica n. 5

Immagine
Cari ragazzi, come sapete per lunedì 14 febbraio c'è un tema argomentativo sulla resistenza. Per prepararvi vi suggerisco di leggere il romanzo "Il bambino che guardava le donne" di Giampaolo Pansa e di guardare le seguenti mie lezioni su you tube (o ascoltare gli audio):




Giampaolo PansaRomanzi sulla resistenzaI nostri giorni proibiti AUDIO I nostri giorni proibiti di Giampaolo Pansa recensione di Luigi Gaudio in mp3, disponibile anche in formato wma leslide in power point e il testo della lezione  anche in formato doc per word VIDEO I nostri giorni proibiti di Giampaolo Pansa videorecensione di Luigi Gaudio su you tube, disponibili anche le slide in power point e il testo della lezione anche in formato doc per word Ma l'amore no AUDIO "Ma l'amore no" di Giampaolo Pansa recensione di Luigi Gaudio in mp3, disponibile anche in formato wma VIDEO "Ma l'amore no" di Giampaolo Pansa videorecensione di Luigi Gaudio su you tube Il bambino che guardava l…

Tema svolto sui rifugiati giunti in Italia dal Medio Oriente - di Veronica Faletto

Immagine
Le guerre in medio oriente sono ormai un importante problema per tutta l'Europa. Sono milioni le persone che abbandonano le proprie case e i propri familiari per scappare dalla guerra e dalla morte che attanaglia i loro paesi.

Questa migrazione tocca molto noi italiani: sentiamo infatti ogni giorno di barconi che arrivano sulle nostre coste colmi di persone che hanno passato anche giorni in mare, patendo gelo ed orrido caldo, accompagnati spesso da digiuno e violenze da parte degli scafisti e non raramente portati ad un'orribile morte.
Questo immenso flusso di migranti ci porta a mischiarci con molte comunità extraeuropee, che portano in Italia religioni e culture differenti dalle nostre.

L'Italia è un paese civilizzato e libero, e come tale accetta ogni tipo di diversità in qualsiasi campo. Ma l'Italia deve restare Italia. Deve restare l'immenso museo contenente i resti del più imponente impero mai esistito, deve restare la patria della chiesa e della cristianità…