La classe 1^A a.s. 2014/2015: un’esperienza indimenticabile - di Aleksandro Aliaj

Senza dubbio l’esperienza che ho vissuto in prima superiore è stata fantastica perché poche volte mi è capitato di fare parte di un gruppo così unito come la 1^a. La nostra classe è stata una delle migliori che io abbia mai avuto perché in un solo anno abbiamo dimostrato di riuscire a superare insieme tutte le difficoltà che poteva creare il primo anno di liceo, inoltre siamo riusciti quasi tutti a superare l’anno non solo dimostrando di saperci impegnare molto ma anche divertendoci in ogni occasione ed è questo che più mi è piaciuto della mia classe.
Ma come abbiamo fatto a diventare una classe così unita? Di sicuro la gita di accoglienza che abbiamo fatto le prime settimane ha svolto un ruolo fondamentale per la crescita del nostro gruppo perché ci ha aiutato a conoscerci meglio e soprattutto io ero curioso di vedere con chi avrei trascorso quel fantastico anno. Da quella divertente gita ci siamo accorti di essere un bel gruppo composto da persone educate e simpatiche, sempre pronte a darci una mano nei momenti difficili e di difficoltà.
In quella prima nostra gita abbiamo visitato luoghi meravigliosi che non dimenticherò facilmente perché quei paesaggi hanno fatto da sfondo alla nascita di nuove fantastiche amicizie che continueranno ad esistere ancora per tanti anni perché difficilmente si romperanno amicizie così forti. Quella non fu l’unica uscita con la classe, infatti non sono mancate uscite che avevano l’unico scopo di farci divertire, come la giornata al Forum di Assago dove abbiamo effettuato una partita di bowling e altri corsi a nostra scelta. Tutte queste uscite hanno fatto maturare molti rapporti, non solo con i miei compagni di classe ma anche con i professori che sono stati quasi tutti molto simpatici.
Con molti professori io e i miei compagni siamo riusciti ad entrare un po’ più in confidenza e questo ha aiutato molto durante l’anno, infatti grazie a tutto ciò l’anno mi sembra passato molto in fretta.
In questo anno ho imparato moltissime cose nuove, oltre che dal punto di vista didattico, anche dal punto di vista umano; mi sono trovato a diretto contatto con una nuova realtà, diversa da quella delle medie perché mi sono trovato davanti professori che non mi trattavano più come un bambino, ma pretendevano da me, come da tutti i miei compagni, molto. C’è stato tantissimo da studiare e inoltre il programma è stato approfondito con attività didattiche che sono state molto interessanti.
Chiaramente i giorni condivisi con tutti i miei nuovi compagni non sono stati sempre solo rose e fiori, ma certamente questo non può che avermi fatto del bene, aiutandomi a crescere grazie alle nuove esperienze, che spero non andranno mai dimenticate.
Credo che tutti abbiamo vissuto emozioni fortissime e momenti indimenticabili, che anche chi verrà bocciato o chi vorrà cambiare scuola (spero nessuno) non si potrà mai dimenticare.
Concludo quindi questo tema dicendo che quest’anno è stato una tappa di fondamentale importanza per la mia vita inoltre sono contento di come l’ho trascorso perché ho vissuto momenti indimenticabili e sono soddisfatto anche di aver raggiunto determinati obbiettivi.
Di sicuro è stata una fortuna essere capitato in una classe così bella ma questo anno è stato solo l’inizio della lunga avventura, ricca di emozioni, amori e amicizie che affronterò al liceo.

Commenti

Post popolari in questo blog

Ulisse modello dell’uomo greco, curioso,astuto e ospitale - tema svolto di Valeria Orlando

Il tifo calcistico è aggressivo o no? - tema svolto di Alessio Volorio

Presentazioni di power point su Boccaccio