Scrivimi ancora di Cecilia Ahern - di Lara Facco

Cecilia Ahern è una stimata scrittrice irlandese, che ultimamente ha riscosso molto successo. Infatti, da due dei sui libri più celebri, uno di essi è proprio quello di cui vi voglio parlare, sono stati tratti due film che hanno riscosso altrettanto successo.
Dunque, Scrivimi ancora è un romanzo rosa pubblicato nel 2006,  che narra dell'amicizia tra i due protagonisti, Rosie e Alex.
I due si conosco per la prima volta tra i banchi di scuola, all'età di cinque anni, per poi diventare inseparabili.
Il libro è tutto basato su uno scambio continuo di bigliettini (soprattutto nella fase iniziale, quando i due sono ancora bambini e frequentano ancora la scuola), chat,email e lettere.
E tra una mail e l'altra i due protagonisti crescono.
Alex, dopo che il padre ha ottenuto una promozione in uno studio legale di Boston, si deve trasferire e lasciare il suo Paese e la sua migliore amica.
Rosie, dopo una serata al ballo scolastico, finito con qualche bicchierino di troppo, finisce con il ritrovarsi una bella sorpresa: diventerà mamma.
Una bella batosta, eh!
Ma nonostante tutto, i due si continuano a supportare a vicenda e la loro amicizia è più forte che mai.. Ma può un'amicizia così, tra uomo e donna, non trasformarsi in qualcosa si più?
Ecco, è proprio questo che lega il lettore al libro, che lo stimola a continuare.
Nel corso del libro succedono un sacco di cose che impediscono ai due di dichiararsi amore eterno. Prima lui si sposa con una compagna di corso, entrambi studenti a Harvard. Poi lei trova un mediocre funzionario di banca, che alla prima occasione la tradisce.
E intanto la piccola Katie, figlia di Rosie, cresce e si fa una sua piccola vita, al fianco della giovane madre sempre frustrata e con un'amica squilibrata e appassionata di salsa, Ruby.
I due protagonisti continuano a tenersi in contatto fino al cinquantesimo compleanno di Lei, che dopo una nottata insonne passata a rileggere la sua vita attraverso quei bigliettini che ha da sempre conservato, qualcuno suona al campanello.
È Alex, che dopo cinque ore di aereo e altre due di macchina, per arrivare nel Connemara da Dublino, finalmente le dichiara ciò che prova. I due si sorridono e capiscono che finalmente è arrivato il momento per loro, dopo una vita passata distanti e accanto a persone sbagliate, di stare insieme.

Ho amato questo libro fin da subito, ero curiosa di leggerlo perché avendo visto il film molto tempo prima non ricordavo il finale.
E "wow" sono contenta di averlo fatto.
Inoltre penso di essermi perdutamente innamorata di Alex e della sua dolcezza.
Leggendo i pensieri di Rosie riesci a capire quando Alex, da semplice amico diventa qualcosa di più.
E poi, chi non sogna di sposarsi con un cardio chirurgo alto e moro?
Ecco, Alex è intelligente e dolce, premuroso e anche molto divertente.
Sarebbe bello vivere una storia di amicizia e amore come quella dei due protagonisti.

Commenti

Post popolari in questo blog

Ulisse modello dell’uomo greco, curioso,astuto e ospitale - tema svolto di Valeria Orlando

Il tifo calcistico è aggressivo o no? - tema svolto di Alessio Volorio

Tema svolto sugli immigrati - di Lara Facco