I delitti della medusa di Giulio Leoni - di Roberto Marchello

Il libro " I delitti della medusa "  scritto da Giulio Leoni narra delle investigazioni di Dante Aligheri nei panni di priore della città di Firenze.
L'autore ha voluto rappresentare Dante un po' di verso, infatti ha comportamenti e atteggiamenti insoliti per un poeta.
Spesso ha scatti di rabbia improvvisi e di suberbia o a volte da l'impressione di essere permaloso.
I fatti si svolgono nella Firenze del 1300. In una notte di luglio viene brutalmente assassinata Vana del Moggio, cantante molto bella e amica di Dante.
Poco prima della morte della donna si trovava ospite, insime al compagno cantautore Casella, in un convito organizzato dal gruppo di poeti chiamato " dei  fedeli " di cui anche Dante faceva parte un tempo.
I sospetti caddero su Casella poichè fu l'ultimo a vedere viva Vana del Moggio.Poi però fu ucciso anche lui perciò Dante dovette rimboccarsi le maniche per scoprire il vero colpevole.
Il piore di Firenze, oramai distaccato da quel gruppo, investica sui suoi vecchi compagni.
Durante le indagini Dante affronta diversi pericoli e incontra sempre nuovi enigmi .
E' costretto ad affrontare tutti i suoi vecchi compagni uno a uno per scoprire il responsabile di questi omicidi

Commenti

Post popolari in questo blog

Ulisse modello dell’uomo greco, curioso,astuto e ospitale - tema svolto di Valeria Orlando

Il tifo calcistico è aggressivo o no? - tema svolto di Alessio Volorio

Presentazioni di power point su Boccaccio